CulturaTutte le categorie

Termoli: dove si trova, come arrivarci e cosa vedere

termoli lungomare trabucco molise

Termoli: dove si trova, come arrivarci e cosa vedere.

Termoli è l’unica città portuale del Molise ed è situata su un promontorio roccioso che si estende quasi a picco sull’adriatico. Proprio per la sua prossimità al mare, è stata in passato ed è tutt’ora un centro importante per la pesca, una voce molto rilevante all’interno dell’economia cittadina. Testimone di ciò sono i suoi famosi trabucchi, che provvedevano storicamente al sostentamento dell’intera comunità e che oggi sono rimasti integri prettamente a scopo turistico e culturale.

Termoli si trova sulla costiera adriatica molisana e ha tantissime cose da vedere. Si trova a pochissimi chilometri a nord dall’inizio della penisola del Gargano (provincia di Foggia), a circa 100 chilometri a sud di Pescara, a circa 200 chilometri a nord di Bari e a circa 300 chilometri ad est di Roma.

Cosa vedere a Termoli?

La parte più storica di Termoli si trova su un promontorio dove si trova il borgo antico, che presenta molti vicoli affascinanti che si affacciano direttamente sul mare adriatico. Proprio sulla città di Termoli si intersecano il 42° parallelo ed il 15° meridiano.

Seguendo l’autostrada A14 in direzione sud, si arriva a Termoli uscendo all’omonimo casello autostradale in circa cinque ore di macchina da Bologna e un’ora da Pescara, mentre seguendo la stessa autostrada in direzione nord ci si arriva in circa due ore da Bari. Anche da Roma il collegamento autostradale è diretto e in poco più di tre ore di macchina, imboccando prima la A24 in direzione Pescara e poi da quest’ultima la A14 in direzione sud, si arriva comodamente a Termoli.

Raggiungere Termoli in treno è altrettanto agevole, da Milano con un solo cambio si può arrivare a Termoli in circa cinque ore e mezza. Stessa durata circa anche da Roma.

Nonostante Termoli sia una città relativamente piccola (circa 32.000 abitanti) le cose da vedere sono davvero molte e spaziano da attrazioni turistiche, storico-culturali e balneari. Ecco cosa vedere a Termoli: 

castello svevo termoli sera

Castello Svevo

Il Castello Svevo è sicuramente una delle principali attrazioni di Termoli ed è di fatto il simbolo della città  ed è la principale architettura difensiva dell’intera costa molisana. Per ragioni di spazio il castello è stato sviluppato verosimilmente più in altezza che in larghezza. Le caratteristiche della torre lasciano pensare che il castello sia stato costruito intorno al XI secolo. E’ stato soprannominato Svevo probabilmente in quanto, nei primi decenni del 1200, è stato ristrutturato e fortificato da Federico II di Svezia. Oggi il castello, oltre a rendere i tramonti sulla costa adriatica un’immagine pittoresca e decisamente affascinante, ospita in continuative mostre ed eventi culturali. 

Borgo Antico di Termoli

Il borgo antico di Termoli è sicuramente la parte della città con il maggiore fascino. Appare come una piccola cittadina fortificata, protetta da mura di eredità sveva ed eretta su un promontorio che cade a picco sul mare annidato in una baia allunga. La caratterizzano i vicoli molto stretti, tra cui uno dei vicoli più stretti d’Europa il Vico il Castello, e piazzette molto caratteristiche ed affascinanti.

I vicoli sono sicuramente tra gli aspetti più suggestivi del borgo antico, possono considerarsi come una sorta di  stretti labirinti che custodiscono storie antiche di generazioni, pavimentati in lastre di pietra e ciottoli di fiume. In alcuni di questi sembra proprio che il tempo si sia fermato. Il fascino del borgo antico è tale che è stato inserito nella categoria dei Borghi più belli d’Italia.

borgo antico termoli
cattedrale termoli molise

Cattedrale di Santa Maria della Purificazione

La Cattedrale di Santa Maria della Purificazione si trova nei vicoli del borgo antico di Termoli. La cattedrale è stata edificata nel 1037. L’edificio è stato difatti più volte ristrutturato in seguito a terremoti con stili architettonici romano-pugliesi e gotici. Una scalinata con circa nove gradini conduce all’interno, caratterizzato da 3 navate con absidi. Sicuramente da vedere sono i vari altari presenti all’interno della cattedrale, il battistero e la cripta dove si possono trovare il sarcofago in marmo contenente i resti di S. Basso. Altri elementi fondamentali sono i frammenti della chiesa antica come capitelli e fusti di colonne, pavimenti in mosaico e un reliquiario. 

A Rejecelle

All’interno del borgo antico, è doveroso fermarsi a vedere A Rejecelle, il vicolo più stretto di Termoli e d’Italia. È chiamato così dai termolesi perchè deriva da un francesismo adattato dalla popolazione locale durante la dominazione francese del 1799 del termine strada.  Nel medioevo era molto frequente che negli antichi borghi ci fossero vicoli così stretti in quanto era più semplice per chi doveva difendersi, costringere i soldati che attaccavano il centro a camminare in fila e quindi poterli facilmente colpire. A Rejecelle è uno splendido esempio di ciò. Ha una larghezza all’ingresso di 34 centimetri che diventano ventotto al centro, è lunga sette metri. 

rejecell termoli viale più piccolo d'italia
spiaggia termoli molise

Le spiagge di Termoli

Le spiagge di Termoli sono una delle principali attrazioni turistiche della città. Queste fanno parte delle 5 spiagge più belle del Molise. Le spiagge principali sono due, la spiaggia di Sant’Antonio e la spiaggia di Rio Vivo. La Spiaggia di Sant’Antonio è situata all’ombra del Castello Svevo, sulla costa nord rispetto alla città. Ha una sabbia molto fine ed un mare particolarmente calmo, oltre ad essere un luogo molto affascinante per la bella vista sul borgo antico. È ampia e non mancano tutte le attrezzature per potersi divertire: sport d’acqua, pesca sub, acquascivoli, beach volley e beach soccer. Diversi sono i lidi presenti nel litorale tra cui spicca il Lido Pirata. La Spiaggia di Rio Vivo invece si trova a sud del borgo antico in direzione Campomarino. Anche qua le attività acquatiche e sportive non si sprecano ma la differenza con la spiaggia di Sant’Antonio è che sicuramente Rio Vivo è molto più favorevole per chi vuole praticare la vela. La posizione difatti è tale per cui si può godere di un mare particolarmente calmo pur essendo esposti ai venti

Condividi l'articolo

Cosa ne pensi dell'articolo?
Dicci la tua!